02 febbraio 2018

XR1200 Thunderstruck by Leo De Canio







Durante la mia recente trasferta al MBE non sono, per varie ragioni, riuscito a visitare con la giusta attenzione tutti i padiglioni: tra saluti, public relations il tempo è davvero volato, nonostante sia rimasto in fiera dalla mattina fino alla chiusura serale. In vero, l'XR 1200 che oggi vi mostro mi era stata segnalata da uno dei ragazzi della crew presente anche lui a Verona. La pubblico volentieri per due ragioni: la prima perchè è una preparazione curatissima diversa dalle solite, per giunta su una base poco utilizzata e la seconda perchè il proprietario ha fatto tutto da solo.  Questa modified, di altissimo livello, mi piace molto. Nulla di già visto, nessun clichè; davvero complimenti a colui che l'ha realizzata. Diamo la parola proprio a Leonardo De Canio from Basilicata. 

Vi propongo Thunderstruck una special realizzata su base XR 1200, sulla quale è stato effettuato un grande lavoro, in primis estetico: ho realizzato i tanti componenti  in carbonio montati, con la tecnica della laminazione con autoclave. La moto e stato completamente rivista in tutte le sue parti: l'impianto frenante è stato dotato di una pompa radiale e di un comando frizione Accossato e di dischi freno Braking.  Trattamento forcella by Ohlins con sostituzione piastre, sospensioni posteriori sempre della Ohlins con rialzi e pedane realizzate con fresa cnc: i cerchi sono firmati OZ e la strumentazione è della Aim.
Ho lucidato i condotti d'aspirazione e lo scarico completo della Termignoni non prima di averlo dotato di protezioni in carbonio realizzati ad hoc. Come di vede chiaramente dalle foto la moto può essere utilizzata in due configurazioni: con o senza la carena anteriore. L'operazione di montaggio e smontaggio dura meno di un minuto perchè l'intero cupolino viene sostenuto da un telaietto realizzato appositamente con l'ausilio di due semplici bulloni. Ci tengo però ad evidenziare che la moto è totalmente street legal: se osservate  le appendici aerodinamiche laterali (in puro stile sportive) noterete che sono state montate le frecce. Per concludere: ho realizzato questa sporty modified per passione e per far vedere le mie capacità. Magari un giorno chissà, lo farò di lavoro. -




11 commenti:

  1. Da possessore di una xr 1200 (già pubblicata su queste frequenze) dico: Wow! Preparazione esagerata. Sembra una Motogp. Complimenti Leonardo, spero di incrociarti al meeting!
    Giorgio

    RispondiElimina
  2. Stupenda, diversa e originale. Solo il colore tenue non mi esalta (provate ad immaginarla con una verniciatura corsa). per il resto complimenti
    Nano71

    RispondiElimina
  3. A me piace tantissimo, soluzioni tecniche e ciclistiche all’avanguardia; mi piace tantissimo quando si vede chiaramente la trama del carbonio. Una cosa che mi piace un po’ meno è quel colore latte e menta che copre qualche particolare; personalmente ci avrei visto meglio un rosso fuoco o magari un arancione H-D o ancora un giallo bello carico; ma questi sono gusti personali; per il resto la trovo bellissima!!!
    Michael

    RispondiElimina
  4. FANTASTICA!!!
    Ready to race per un eventuale campionato, chissà organizzino di nuovo qualcosa....
    Andrea VT

    RispondiElimina
  5. Io ho avuto la fortuna di ammirare questa moto da vivo... Colpito subito dalla tipologia di carena scelta e l'abbiamo cromatico che per me è arrecato, avendola trovata in uno stand destinata a tutt'altro tipo di moto.... Penso che quella bellezza la vedrò sfrecciare alla Reunion a Monza... Chissà se parteciperà alla categoria sportster... Chissà... Chi verrà... Vedrà...

    RispondiElimina
  6. Talmente diversa che piace un sacco, specie con il cupolone.
    Gaetano

    RispondiElimina
  7. Sarebbe bello averle Leonardo al meeting con questo gioiello: certo che la basilicata non è proprio dietro l'angolo.
    Tc

    RispondiElimina
  8. Indubbiamente monta pezzi molto tecnici di primordine e ha richiesto tanto e tanto olio di gomito x essere realizzata.... Pero' e' troppo lontana dal mio modo di intendere le nostre moto, troppo spinta alla ricerca delle prestazioni motoristiche e ciclistiche.... Mi sembra una Ducati o una MV piu' che una Harley.

    RispondiElimina
  9. Molto molto bella la versione con la semi carena senza perde parecchio del suo fascino racing, il colore abbinato al carbonio mi piace molto!
    Gian Marco

    RispondiElimina
  10. Complimenti sinceri!
    Una magnifica preparazione, ancor di più, perché “autoprodotta”.
    Bravo.
    Andrea

    RispondiElimina