11 dic 2017

2.500.000 Views and The SuperStyle







Proprio in questi giorni, il contatore delle VIEWS del blog, ha superato i 2.500.000: due milioni e mezzo di visite sono un traguardo importante. E' dal 2009 che tutti i giorni peroriamo la causa sportster, con costanza, tenacia e tanta passione: il merito, ovviamente, è in gran parte vostro, che amate questa moto visceralmente. Quale modo migliore di festeggiare se non con una bella modified super cool style from japan.




6 dic 2017

The Best at East 2017




Ogni marca e modello, ogni tipologia di preparazione rappresentata, tante special realizzate dai più noti customizers del momento: ma la più bella di tutte, all'interno dello spazio Eicma Custom in quel di East Market, era lei. Un esemplare XR 750 ben conservato esposto nell'area allestita da H-D Italia. Non c'è altro da aggiungere: segue post di approfondimento. 





Sportster Modified by H-D Vallèe De Chevreuse





In questo bel video, viene presentata la preparazione del dealer francese H-D Vallèe De Chevreuse, realizzata per ambire alla corona di custom king 2017. Osservando la moto non posso non apprezzare la colorazione Martini style, la lente del fanale yellow, la tipologia di frecce anteriori, la colorazione dei cerchi e il parafango anteriore. Meno riusciti, a mio modesto avviso, la cover filtro un pò troppo vistosa e l'esagerato accorciamento del posteriore. Se fossimo agli esami comunque mi sentirei di promuoverla con una sufficienza piena. 



5 dic 2017

Next Step on Bettina feat peanut 48 with original decals



Risolto un piccolo problema di tonalità dell'orange, finalmente il peanut è pronto per essere montato. Questa modifica, unitamente al codino, sono da sempre due chiodi fissi del sottoscritto. Spero che il tank più piccolo (quello di un 48, con decal originali) possa dare alla BETTINA quel qualcosa in più: nello step successivo dovrò osservare la seduta e capire se sarà necessario un rifacimento (allungare, allargare, rifinire). Fra pochi giorni vedremo il risultato finale.




XR1000 e quel minuto di piacere!






Chi di voi non prova un sottile piacere in quel breve istante che intercorre tra il momento in cui si gira la chiave e quello in cui il pollice schiaccia lo start. Poco cambia se i carburati dovranno tirare l'aria o gli iniettati attendere che la spia motore si spenga: è un minuto di piacere intenso che si sublima con il primo rumore dello scarico.

Ora possiamo salire in sella, tirare la frizione, ingranare la prima e dare inizio alla magia: se poi la sporty in questione è una mitica xr1000, l'emozione aumenta in maniera esponenziale. Osservate nel video il rito dei carburatori . . .








4 dic 2017

Forty Eight Classic Racer by Kijima








Anche il più classico dei bobber può essere la base perfetta per un cafe racer moderno e curatissimo: KIJIMA parte proprio da un recente forty eight per realizzare una sporty da far sfrecciare idealmente lungo la North Circular Road di Londra. Di certo fuori dall'Ace Cafe, questa moto, non stonerebbe affatto. Se il motore non subisce modifiche sostanziali, stage one a parte, la carrozzeria invece viene completamente rivista; tank con pance period perfect, codino/sella e cupolone sono hand made al 100%. Al contrario mezzimanubri, sospensioni, manopole e specchietti vengono tutti scelti con estrema cura dai migliori cataloghi aftermarket. Una preparazione che attinge al passato ma che è figlia del proprio tempo: colorazione, cerchi, fanaleria e frecce, staffa porta phone sono tutti riferimenti 2.0. 




1 dic 2017

Propaganda Sportster Hugger 883





Sportster Chop Green feat Gaetano






Oggi vi presento la Sportster 883 del 1991 di GAETANO, tutta modificata in garage dal suo owner. Comprata quasi 5 anni fa, ha iniziato a lavorarci solo questa primavera, ma senza però mai smettere di usarla: Gaetano  la chiama Frankestein, perchè per mesi l'ha vista under costruction. In primis ha cambiato il colore,  da un arancione spento a un verde metal flake, peralto bellissimo, fatto fare su specifiche precise. Ha alzato il serbatoio e sostituito tutto l'avantreno: la sporty  nella sua precedente versione montava forche da 49 con piastre larghe inclinate di 6 gradi. Grazie ad un amico viene costruito un sissy su misura che poi è stato fatto verniciare di nero a polvere mentre la malsana idea di montare un doppio fanale nasce dalla ferma volontà di non tagliare per nessuna ragione il parafango posteriore: un richiamo evidente ai chopper anni 70, che tanto hanno influito sulle scelte estetiche di questa bella sporty chop. La sella doppia period perfect è una Sully's Custom in vendita su sito di Lowbrow specifica per i modelli fino al 2003. 

Gaetano, in queste settimane, sta lavorando  sull'impianto di scarico, ma non farà niente di eccessivo .... e poi ha promesso che ci manderà la versione definitiva! Finita, quasi finita o meno . . .una splendida sporty full of style, che spero di vedere dal vivo al nostro meeting. Una modified ben realizzata, con un estetica coerente e mai eccessiva! 




30 nov 2017

Ti basta l'essenziale!



Ti basta l'essenziale per spingerti oltre, recita una recente pubblicità della Motor Co: non so agli altri ma A NOI BASTA ECCOME!






No Words feat Racer Style on sportster








Rientrano nella rubrica NO WORDS quelle sporty modified che, a insindacabile giudizio dello scrivente, vengono considerate riuscite al 95% (c'è sempre qualcosa che si farebbe in maniera diversa: nel caso specifico, pur mantenendo il rosso, avrei optato per una vecchia decal originale racing oriented). Tipologia di preparazione, stile e coerenza delle soluzioni, scelta degli accessori montati e naturalmente verniciatura; tutto mi deve convincere senza riserve eccessive. Quindi tutte le moto che troverete in questo spazio, saranno ben ideate e ancor meglio realizzate; nelle immagini la sportster by Cycledelic Garage (se la memoria non mi inganna). 


Una racer che attinge a piene mani dal passato ma con le gomme ben piantate nel duemila.




29 nov 2017

Il cacciatore di sporty





Una sporty particolarissima quella scovata da Daniele proprio fuori East Market un paio di settimane or sono durante Eicma Custom. Riser lunghissimi e manubrio mini drag, mascherina frontale e targa laterale, conversione a catena e parafango posteriore 'tail accorciato, cover Emd e scarico shotgun, sissybar e impianto frenante Discacciati, disco flottante e gomme old style: il tutto rigorosamente in total black. Una preparazione che mi piacerebbe molto poter vedere dal vivo, magari proprio al prossimo meeting dedicato: ma come è possibile che il proprietario di una moto come questa (che trapela passione da ogni vite e conoscenza della materia) non conosca il blog o il meeting!!!! Mi spiego meglio; non ho la presunzione che tutti i possessori di sporty seguano il blog Duecilindri, però mi sembra alquanto strano che un modificatore seriale, non si sia mai imbattuto su queste frequenze durante le ricerche on line di accessori, di officine o di semplici ispirazioni.

Una sporty che andrebbe vista live per poterla apprezzare al 100%.








28 nov 2017

Extreme Sportster Chop







Con quasi 5.000 post pubblicati (avete letto bene, cinquemila) dal 2009, non sempre mi è facile ricordare se una preparazione è già apparsa sul blog. Il più delle volte, la mia memoria mi supporta al 100%, ma in taluni casi ho qualche dubbio; questo è uno di quelli! Poco importa. Una SPORTY EXTREME, in puro stile chopperino, proveniente dal giappone, terra di grandi cultori della materia xl. L' esemplare xlch del 1972 completamente votato alla causa, ne è la conferma!!!! Una sporty radicale sopratutto per le scelte effettuate sull'avantreno: steli allungati e piastre inclinate ma anche il kick start o il telaio rigido contribuiscono alla causa. E vogliamo non spendere un commento per la splendida sella doppia, king and queen, lo scarico a tema con finali fishtail o il serbatoio dell'olio a botticella? 

Non fatevi ingannare dall'apparente trascuratezza della moto: in giappone nulla è lasciato al caso, ma proprio nulla.


27 nov 2017

XRstyle


Harley Davidson Colonia feat Cristiano










Grazie a Cristiano, soddisfatto proprietario di un roadster 2017, oggi ci troviamo in Germania, presso HARLEY DAVIDSON COLONIA. Il dealer tedesco è sito proprio alle porte della città, gode di una location ampia, moderna e con una vasta gamma esposta. 


Ma quale altro blog vi porta in giro per le concessionarie di Europa (e non solo)?






24 nov 2017

Buell M2 Cyclone under restore by Pieluigi Alghisi






Una premessa importante: il concept che diede l'incipit ad ERIK BUELL per la produzione delle Buell era quello di creare una moto dal carattere sportivo, con un telaio a traliccio e dotata di un motore 1200 sportster sapientemente pompato. Un progetto per l'epoca rivoluzionario. Pertanto S1, M2, X1, S2, S3 (in buona sostanza fino all'avvento del modello XB), erano tutte dotate di un anima sporty; ecco spiegato il motivo di questo post (e di tutti a quelli a tema Buell) e della presenza di una M2 CYCLONE nel mio garage. Quando scrivo di Buell mi riferisco sempre e solo alla cara vecchia guardia a traliccio, with sporty engine. 

In Italia, nonostante la casa motociclistica non esista più, questo marchio gode di uno zoccolo duro di afecionados: tra questi non posso non citare PIERLUIGI ALGHISI detto Doctor Buell per le sue note capacità tecniche di restauro e manutenzione del pegaso alato. Per lui non ci sono segreti, riesce a smontare e rimontare ad occhi chiusi una moto da cima a fondo: la maniacalità è una sua prerogativa. Nonostante ci sia una lunga lista di attesa e richieste da ogni parte d'Italia (e non solo) Pierluigi si occupa delle Buell degli amici nei ritagli di tempo tra lavoro e famiglia.

Visto che la mia M2 necessitava di una revisione della forcella anteriore, di un disco freno nuovo (perchè storto) di un cambio gomme e della cinghia, tempo addietro mi sono prenotato! Peraltro Pier ha presenziato ad entrambe le edizioni del nostro meeting. Quando però si porta la propria moto dal numero uno in materia, può succedere di farsi prendere la mano. Durante il nostro incontro, abbiamo deciso di cambiare tutte le guarnizioni motore, i supporti dello stesso e ogni parte che avesse bisogno di un refreshment, nonchè di lucidare gran parte dei componenti, zincare le viti e rivitalizzare la lana di vetro dello scarico. A questo abbiamo aggiunto la sostituzione delle molle anteriori e di quella posteriore con un kit HyperPro e di tutti i cavi, le guaine e le fascette corrose o rovinate. Definirlo restauro non è il termine più corretto, visto che la mia Buell si presentava già bene: diciamo che Pierluigi la porterà indietro nel tempo, al giorno che è uscita dalla fabbrica!! Per la cronaca, il nostro si è occupato eccezionalmente delle 1200S (quella rossa e quella blu) di Corrado e Alberto che ricorderete all'ultima edizione del meeting.

Ribadisco: non ci troviamo di fronte ad una officina o un normale meccanico ma a qualche cosa di più e sopratutto di diverso! State sintonizzati per vedere il risultato.


Nel mentre, BERRY il furgone è prenotato!

23 nov 2017

Nomination feat Lakester by H-D La Rochelle







Non sarà una preparazione fruibile, non sarà una moto da tutti i giorni, ma Lakester, la special realizzata dai cugini francesi di H-D LA ROCHELLE, vince la fascia della sporty più originale, almeno tra le finaliste della Battle of the Kings.

Converrete con me, almeno credo!





New Steps on R feat Skull1981






Trovo sempre interessante seguire lo stato avanzamento modifiche delle vostre sporty: la R di Fabio alias SKULL1981 è già apparsa su queste frequenze ma merita di essere riproposta, dopo l'ultimo giro di modifiche. In primis il proprietario segnala ritorno alle pedane centraliIn tempi non sospetti, quando Fabio mi scrisse di voler montare quelle avanzate, mi permisi di sottolineare che poco la postura distesa si adattava al modello R, per sua natura più sportivo, almeno per quanto concerne la grafica (sempre che non si abbia in mente di cambiarla). A questo aggiungo che sono convinto che, comodità a parte, le pedane centrali migliorino sensibilmente la guida. 

La parola a Fabio: pensavo di trovarmi bene con i comandi avanzati ma ho dovuto ricredermi e sono tornato alla configurazione stock. Ho riabbassato il tank in posizione originale riuscendo a nascondere i cavi sotto il tubolare del telaio, asportando l'orribile plastica genuine. Ho montato il contachilometri sullo stelo sinistro della forca grazie ad una piastra Joker Machine e utilizzando un riser Skull Style, inoltre ho rimosso il copri pignone montando una cover della Zodiac. Infine ho fasciato i collettori con delle bende color titanio e ho fatto realizzare da un ragazzo bravissimo di Torino una piastra dal pieno personalizzata come copri filtro. Sapeste quante volte sono tornato su i miei passi, quanti ripensamenti, quanti dubbi; per trovare la versione definitiva per la propria moto sono tutti passaggi obbligati! Ci vediamo al prossimo giro di modifiche!



A biker work is never done....purtroppo è vero!!!!