31 gen 2012

L.A. Motorcycles Cafe Racer "Classic Racer"



Ecco un chiaro esempio di sportster modificata in chiace cafe racer coerente ai dettami del genere!

Particolare l'alloggiamento degli strumenti (contachilometri e contagiri) e ottima la scelta degli ammortizzatori ohlins e della bobina gialla riposizionata lateralmente (chissà perchè mi piacciono!).

Il serbatoio incavo, il codino, i semimanubri e lo scarico due in uno invece sono d'obbligo per poter parcheggiare tranquilli davanti all' Ace cafe di Londra.

Sportster hybrid cafe racer bobber



Non voglio fare il maestrino; ma ditemi voi cosa centra questo tipo di serbatoio su una sportster modificata che monta un parafango posteriore avvolgente (tra l'altro very cool!).

Forse uno più allungato stile xlcr, un 12 galloni classico, o uno lavorato ai fianchi sarebbe stato più in linea con la moto.

Comunque il retrotreno, il cerchio lenticolare e questo scarico sportivo mi gustano mucho!

The speed merchant - sportster




















Qualcuno, su un noto portale di aggregazione, ha recentemente pubblicato una foto di questa sportster scrivendo: "la più bella realizzazione mai vista".


Incuriosito ed eccitato sono andato di corsa a scovarmi le foto, a vedere il sito di The speed merchant e documentarmi un pò.


Di certo è una bella moto, nulla da eccepire.


Sul codino, l'assetto alto, lo scarico due in uno e il serbatoio piccolo sapete che ho un debole, come non posso che apprezzare il bellissimo lavoro di integrazione degli strumenti nella parte sovrastante il cupolino fatto a mano.


Il manubrio, lo specchietto all'estremità della manopola però non mi piacciono proprio e la colorazione non mi fà urlare al miracolo!


Però nel complesso mi piace davvero!


Per dovere di cronaca devo evidenziare che questa sporty non è frutto del lavoro di una officina giapponese ma americana!!

Voi che ne pensate?

XLH 1981 RACER by VEE MACHINE















































Dopo tanto errare tra special di ogni genere e tipo finalmente posso tornare alle mie motociclette preferite; le sportster.




In foto un esemplare XLH del 1981, preparato da Vee Machine, officina giapponese che si distingue con una preparazione prettamente racing.




Non c'è nulla da aggiungere quando ci si trova di fronte ad una moto che monta un Autometer, un codino Storz, delle sospensioni Ohlins, delle pinze Pm e una pompa freno Brembo.




Forse in questo caso la colorazione la reputo un pò troppo custom classic, ma è solo un dettaglio!




A proposito di pompante del freno, proprio in queste ore ho chiamato il mio meccanico per sapere se era pronto il mio preventivo dalla Discacciati.




Ricorderete infatti la mia volontà di avere sulla Bettina una pompa del freno con il serbatoio in plastica (come quello che monta questa moto ma più grande) comprensivo di leva.




Fin qui nulla di difficile; il "problema" (e da qui il motivo del preventivo) è che mi piacerebbe che anche il blocchetto e la leva della frizione fossero uguali a quello del freno e che avessero l'alloggiamento degli specchietti retrovisori (almeno quello di sinistra).




Sono riuscito a spiegarmi?




Ovviamente tutti i pulsanti rimarrebbero al loro posto (frecce, avvisatore acustico, accensione etc etc).


Vedremo insieme cosa succederà!

30 gen 2012

Next step on my sporty - sella





Noto con piacere che DUECILINDRI BLOG ha superato le 250 mila visite ....continuiamo così!!!

Sabato scorso Alfonso, proprietario di una bella 48 in piena fase modifiche, ha finalmente toccato con mano la sua nuova sella ordinata direttamente dal giappone; uno spettacolo!

Come ho sempre sottolineato, la mia appoggianatiche pur non essendo esteticamente particolare, ha dalla sua il fatto che è davvero comodissima anche dopo ore di marcia.

Ma dopo aver visto quella di Alfonso, tra me e me ho pensato:next step on mia sporty!


L'unica remora era il fatto di modificare la mia attuale sella, mi sarebbe dispiaciuto immolarla visto che a suo tempo l'avevo fatta imbottire e rivestire e visto che mi trovo benissimo.


Mi viene in aiuto il caro amico Alfonso regalandomi una sella mono (quella di serie sull'iron per capirci) che giaceva nel suo box (grazie ancora).

Oggi sono andato dal sellaio e gli ho impartito ordini precisi; snellire il più possibile, imbottire e trapuntare a coste la parte della seduta.


Entro sabato vedrete il risultato!!!

27 gen 2012

Pareri discordandi sul Motor Bike expo










Il mondo è bello perchè è vario ma dopo aver letto il post su http://racingcafe.blogspot.com/

mi sono chiesto se avevamo visto la stessa fiera.


E' vero che le special all'interno del bike show del padiglione uno erano poco visibili nella loro interezza ma da qui a dire che . . . .





Headbanger special Low Ride




Chiudo la settimana e i post dedicati alla fiera di verona con questa Headbanger Special, progetto custom stile racing anni 70 nato dall’idea della rivista LowRide ed elaborato su carta dal designer Oberdan Bezzi su indicazione della redazione stessa.



Il progetto vede il contributo di alcune realtà di spicco della scena italiana: Marvic ha fornito cerchi in magnesio e Discacciati l’impianto frenante; la carrozzeria artigianale, tutta in alluminio battuto a mano da Metal Bike Garage, è stata rifinita dalla verniciatura di Kaos Design che, con soluzioni tecniche molto particolari, ne sottolinea l’ispirazione vintage racing.

Ispirazione che trovo davvero azzeccata e poi il cupolino è fantastico e la livrea particolare.

Il tappetino che funge da sella, gli scarichi bianchi, il cromo un pò troppo abbondante invece non mi fanno impazzire, ...ma questi sono pareri soggettivi.



Chissà se questa moto è solo un "esercizio di stile" o l'esemplare pilota di un nuovo modello di Headbanger; non sarebbe una cattiva idea!

Motor bike expo ...alcune foto!






Con qualche giorno di ritardo pubblico alcune delle foto che ho scattato girando tra i padiglioni in quel di Verona .


Come potrete notare la mia macchina fotografica si è concentrata in particolar modo sulle nostre amate sportster senza però trascurare alcune belle creazioni non prettamente XL.


Se avessi dovuto immortalare tutte le special, non sarebbero bastati tutti i tre giorni della manifestazione, per cui ho dovuto fare delle scelte.


Noterete ad esempio parecchie scatti nello stand degli svizzeri di DK motorrad; senza entrare nel merito del bello o brutto mi sembra una idea riuscita il fatto di aver creato un kit speciale dedicato alle xl e delle preparazioni assolutamente riconoscibili.


Una specie di TPR delle sportster.


Alcuni commenti a caldo o meglio a freddo.


Lo stand di Garage inc, sempre ricco di belle ragazze è stato spesso sovraffollato (tira di più un pelo . . . che un carrodi buoi), per non parlare del solito mega spazio del dealer veronese (osservate la nuova special è quella color verde acceso...de gustibus).


Presenti tanti ospiti di grido tra cui Russel Mitchel (che bella la mogliettina), il teutonico Fred Kodlin e la super star Jesse James che si è dimostrato disponibile e cortese nonostante sia ormai una stella televisiva.

HD Savona non manca mai (HD Mantova perchè non c'era quest'anno?) con tutta la "famiglia allargata" (leggi il Griglia e consorte), come sono della partita tutti i preparatori di grido della penisola.


Sono talmente tanti che ne dimenticherei qualcuno e in vero non voglio citare sempre i soliti Boccin, Asso o Abnormal per cuitralascio (cazzarola ma alla fine li ho citati . . .).


Tornando alle foto, mi dispiace non poter associare ogni preparazione sporty ad una officina, ma ero talmente preso dalla fogadi vedere tutto che non ho avuto la freddezza di segnarmi su un taccuino tutti i riferimenti.


Alcune però meritano davvero, anche solo per un dettaglio o una modifica in particolare.

Faccio uno strappo per il mio amico e meccanico Crazyoils che esponeva una sporty nello stand di Wester Bull e la Bagger vincitrice al Rombo di Tuono nello spazio di Bad Dad, casa produttrice americana di parti per questo genere di customizzazioni.

Tanti i venditori di magliette, accessori, gadgets e pezzi Kustom in senso lato e merita una citazione speciale il padiglione dove si svolgeva il Car Show organizzato dai nostrani Rumblers, davvero spettacolare e tipico.


Io, Don Julio e Fonziehead abbiamo contribuito all'economia del settore acquistando caschi, magliette e "cazzatine" di ogni genere.


Ormai è ufficiale; il Motor Bike expo 2012 è la cartina di tornasole del fatto che l'italia in questo campo è ai verticiinternazionali.


Vi rimando alle riviste per i dettagli e vi ricordo che non sono un fotografo.

Low Ride e Le copertine che mancavano . . .



Ecco alcune copertine di Low Ride che non troveremo mai nelle edicole.

26 gen 2012

Girando per la fiera....parte seconda!

Motor bike expo ...girando per gli stand!




In attesa di pubblicare le foto che ho scattato al Motor bike expo 2012, godiamoci questa bella carrellata di immagini dell'amico Fonzie Head.

Davvero tante belle motociclette speciali.

Ovviamente in questo video sono presenti tante preparazioni non prettamente sportster, ma faremo una eccezione!

25 gen 2012

Free spirits al Motor Bike expo!


















































Ma chi è quel "personaggio sciamanico" in foto con cui parla il sottoscritto?


No . . .non è un eremita zen e nemmeno un santone (anche se il look potrebbe trarre in inganno) ma si tratta di Marcello della FreeSpirits, nota azienda specializzata in accessori dedicati in particolarmodo a XR1200, Sportster, Buell e Triumph.

Se ci dovessimo fermare all'estetica, sono convinto che chiunque scommetterebbe che Marcello sia un amante dei chopper vecchia scuola, uno che apprezza solo l'avviamento a pedale e i ferri vecchi arruginiti ....e invece no, perchè il titolare di Free Spirits, è uno dei maggior rappresentanti delle moto che fanno delle prestazioni la loro carta vincente.

La xr1200 che vedete in foto è, a detta di alcuni della duecilindri crew, una delle sportster più belle viste alla fiera; e come dare torto ai miei compagni.

Questa moto monta moltissimi dei pezzi prodotti dall'azienda veneta, partendo dai semimanubri, fino ad arrivare agli scarichi passando per le pedane, il pignone e la mascherina etc etc.

Proprio la mascherina nasconde una delle sorprese; noterete infatti un ammortizzatore bitubo proprio dietro di essa.

Per spiegarvi cos'è devo fare qualche cenno storico.

Nel lontano 1985 il mitico Lucchinelli corse con la 851 a Daytona (forse vinse anche!).



La Ducati in questione per la prima volta montava una forcella atipica; atipica perchè era progettata sfruttando l'escursione di un ammortizzatore creato ad hoc e non le classiche molle all'interno degli steli della forcella.


La vera novità fu che fino ad allora lo sviluppo in gara dell'impianto ammortizzante riguardava maggiormente il posteriore a discapito dell'anteriore.

Marcello ha voluto, con la collaborazione della Bitubo, progettare e sviluppare una forcella replica della mitica 851.


Ovviamente, per il momento, è solo un esemplare pilota nato dalla passione per le corse che non avrà uno sviluppo commerciale.


Ne sono stati fatti solo tre pezzi; quello che vedete in foto, quello montato sulla xr con livrea Motorcycle storehouse e una che immagino sia nel salotto di casa di Marcello.


Complimenti davvero per questa bellissima forcella!

Se continuiamo a guardare la Xr troverete una chicca ancora; la primaria scoperta.


Davvero da urlo ed esteticamente azzeccata ma anche in questo caso non credo verrà commercializzata.



Vi rimando al loro sito (link alla vostra destra), per vedere la gamma completa dei prodotti, il nuovo parafango dedicato alla xr1200 e tutte le altre novità che però riguardano modelli di moto che non trovano spazio su questo blog (leggi Blackline, triumph e Buell).

Tornando alla fiera, il loro stand era in una posizione ottimale perchè nel padiglione 1, proprio di fronte allo spazio di Motorcycle storehouse del quale Sandra e Marcello sono i referenti per l'Italia.

Ogni volta che riguardo queste foto non posso che essere concorde all'opinione della Crew; l'Xr1200 bianco-rosso-nero è una delle sportster più belle viste in fiera.




E parlando in generale, questa è forse la piu bella XR preparata che abbia mai visto (mi dispiace Giorgio . . . )!!!

24 gen 2012

Xr750 by Krugger allo stand di Wild hog












Nello stand di Wild hog scovo questa Xr750 replica by Krugger.
Me la ricordo bene; la vidi con la livrea dedicata al mitico Evel Knievel questa primavera a Saint Tropez.
Anche se è una reinterpretazione del belga e non monta i bellissimi supertrapp, ha sempre e comunque il suo perchè!!!
Wild hog è l'azienda che si occupa di fornire le selle alle special di Krugger, ecco spiegato il motivo della presenza di questa sportster nello stand emiliano.



Motor bike expo - Easyrider japan













Rimaniamo nel padiglione uno.



Entrando mi imbatto subito nel piccolo stand di Easyrider japan, piccolo ma davvero ricco di bellissimi accessori.
Fanaleria, manubri, parafanghi sono esposti in maniera ordinata, mentre sul loro desk una sella e un serbatoio mi folgorano letteralmente.



La sella in questione è sotto stretta osservazione, fra pochi giorni dovrebbe arrivare ad un mio amico, che l'ha ordinata per il suo forty-eight, per cui sfrutterò l'occasione per fare una prova anche sulla mia Bettina.



Anche in questo caso vale il discorso che feci rispetto alle parti RSD; perchè nessuno si fà

preparare una sporty con solo pezzi marchiati easyrider? . . .verrebbe un chopperino racer fighissimo.

Tutti gli accessori in questione (link alla vostra destra) sono distribuiti da Motorcycle Storehouse.