19 gennaio 2018

Vintage Racing Sporty by Harley Davidson West Flanders








E dopo un pugno di preparazioni italiche, è il momento di sbirciare cosa hanno fatto i dealer stranieri. Più di un lettore mi ha segnalato la sporty realizzata dalla team della concessionaria belga Harley Davidson West Flander, una modified che trae ispirazione dal mondo delle corse degli anni 60 e 70. Partiamo proprio da questa sportster. La veste pastello, volutamente vissuta, viene arricchita di adesivi mentre la carrozzeria completa, composta da cupolone, carene laterali e codone sono degli evidenti richiami proprio agli anni che furonoVintage racing potrebbe essere la definizione perfetta per questa moto, che attira indubbiamente l'attenzione per originalità. Anche la decal scelta risulta coerente con lo stile della moto, mentre i cerchi colorati di oro sembrano quasi allungarne l'interasse.

UP: la carrozzeria completa fatta e adattata in casa dimostra grandi capacità ed inventiva. DOWN: non amo particolarmente la tecnica di verniciatura adottata. Il cupolone lo avrei montato parallelamente all'asfalto e non inclinato. Un classico 2 in 1 sarebbe stato perfetto.



Vota la tua preferita . . .

18 gennaio 2018

XR STYLE




Tutto questo è XR STYLE.



1200 CR feat Harley Davidson Store Roma








Da Napoli ci spostiamo verso nord, ma non troppo: ci troviamo nella capitale per gustarci la preparazione realizzata da Harley Davidson Store Roma che si cimenta in un cafe racer tanto bello quanto elegante. 1200 CR il nome. Oltre al kit genuine, composto da semi manubri, codone e pedane arretrate, spicca una colorazione total green di evidente matrice britannica e un doppio fanale anteriore che trovo anche piacevole alla vista. In merito al kit, una nota: osservando le preparazioni in gara (in Italia e Europa) è evidente che il suddetto sia stato utilizzato, a ragion veduta, da moltissimi dealer: alcuni lo hanno fatto in maniera originale, altri meno, altri ancora sono stati almeno coerenti alla tipologia di accessorio. Al team romano faccio i miei complimenti per essere riusciti a fare una sporty di carattere senza eccedere in inutili leziosismi.

UP: la soluzione adottata per il copri filtro, l'impianto di scarico e il fanalino posteriore inserito nel codone, sapientemente modificato. Bella anche la sella marrone a contrasto.
DOWN: la preparazione avrebbe meritato una decal più a fuoco (per me la grafica è fondamentale). 

Ma lasciamo la parola a coloro che hanno ideato questa splendida verdonaper la quarta edizione della Battle Of The Kings abbiamo deciso di proporre lo Sporty più racing della gamma travestita da inglesina. Protagonisti assoluti, oltre al kit genuine, gli accessori home made che il nostro team del Service ha sapientemente costruito. Lo Sportster è lo Sportster; è stata la prima moto per molti di noi e l' abbiamo scelta forse perchè sotto sotto noi di H-D Store Roma siamo un po nostalgici.


Vota la tua preferita . . .